Songkran

Cari amici, oggi vi descrivo la mia esperienza durante la festa del Songkran.

Songkran inanzi tutto è il capodanno buddhista thailandese, sono 3 giorni di festa dove alle preghiere nei vari templi buddhisti si passa alle tradizionali “battaglie” a suo di gavettoni.

Per la Thailandia è iniziato l’anno 2561, come da tradizione nei vari templi i buddhisti portano in omaggio ai monaci del cibo, delle offerte e si versa dell’acqua sulla statua del Buddha, il secondo giorno invece oltre alle preghiere si porta in omaggio della sabbia, che per tradizione servirebbe per costruire o restaurare i templi.

In giro per le varie città i festeggiamenti possono durare anche qualche giorno in più, ma io mi soffermo alla mia esperienza a Bangkok.

Ogni pomeriggio in giro per la città vicino ai centri commerciali (tutti situati nel centro città) ci sono battaglie epiche d’acqua dove ognuno è armato di pistola o fucile ad acqua e si spara contro chiunque, senza distinzione di nazionalità o di sesso o di età. In giro poi vengono organizzati concerti, o varie manifestazioni celebrative.

Dopo un primo giorno trascorso vicino alla stazione dello Skytrain di Siam ho deciso di trascorrere i rimanenti 2 giorni vicino al mio condominio (Vicino alla staziome Bts di On Nut).

Qui ho potuto conoscere molti “vicini” di casa, persone di varie età e nazionalità e tanti thailandesi residenti qui creando delle nuove amicizie.

Con loro ogni sera è iniziata con un brindisi con birra thailandese (Singha, Chang oppure Leo) poi tutti a ridosso della strada a bagnare chiunque passi, pedoni, motociclisti, taxi moto, auto etc senza problemi, ognuno ringrazia dopo esser stato bagnato, qualcuno capita che non voglia esser bagnato per vari motivi come ad esempio chi ritorna da lavoro oppure chi è vestito elegante, quindi al massimo si versa un po d’acqua sulle mani o sui piedi..

Per questa festività ci si veste leggeri con abiti tradizionali le donne e gli uomini con abiti in stile hawaiano per intendersi, ci si segna le guance con un crema bianca ottenuta da acqua mista a talco, da li in poi la parola d’ordine è divertisi.

Durante la cerimonia capita di vedere tuk tuk o pickup con a bordo molte persone che rallentano per spararsi acqua a vicenda, prima di ripartire verso il prossimo gruppo appostato lungo la strada.

Nota durante le battaglie d’acqua c’è chi usava le pistole ad acqua con ghiaccio dentro, chi usava canne attaccate ai rubinetti, chi usava bacinelle piene d’acqua più o meno fredda, il tutto comunque è stato indteressante e divertente, una festività che mi ha lasciato delle note positive tra le quali tante nuove amicizie.

Un abbraccio a tutti e alla mia Rovigo,

Il vostro

Denis Zanirato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...