Thai food (prima parte)

Ciao amici,

oggi vi descrivo la cucina thailandese a partire dagli ingredienti principali per poi in un successivo articolo entrare nel merito dei piatti principali tradizionali della cucina Thai.

La base di moltissimi piatti come buona parte dell’Asia è il riso di cui la Thailandia è uno dei produttori principali.

Il riso thai è noto come riso jasmine, esso viene raccolto a fine novembre quando altre tipologie vengono seminate, ciò è dovuto al fatto che il riso thai cresce in presenza di un’alta percentuale di umidità. Il profumo ricorda quello del gelsomino (da cui deriva il nome) ed è possibile trovarlo in vari colori.

Questo riso viene chiamato anche Khao Hom Mali, la cultura thai è legata moltissimo a questo alimento tanto che il verbo mangiare si traduce Kin Khao che letteralmente si traduce in “mangiare il riso”.

Il riso come accennavo viene utilizzato per la produzione di numerosi piatti e o come accompagnamento. Esso è utilizzato per produrre la pasta di riso utilizzata per vari piatti come il celebre Pad Thai, oppure troviamo troviamo il riso nella versione “sticky rise” (riso glutinoso) utilizzato per accompagnare vari piatti dolci o salati come ad esempio il mango in uno dei dessert molto consumato dai thailandesi e non.

Infine altro esempio il riso viene utilizzato per ottenere una sfoglia per produrre dei ravioli tipici, poi farciti con vari tipi di carne o verdure.

Altro alimento molto consumato è il peperoncino sopratutto della varietà Thai Dragon. Questa varietà presenta frutti rossi allungati e di una piccantezza molto alta (50000 ÷ 250000 nella scala di Scoville). Altra tipologia molto utilizzata è il Bird Eye Chili o chimato anche Thai Chili, questa varietà è di forma più arrotondata e si trova rosso, giallo o verde, meno forte rispetto al thai dragon con una piccantezza di 50000 ÷ 100000 nella scala di Scoville. Questa tipologia viene utilizzata fresca nella produzione di numerosi piatti, oppure, viene essicata e o macinata.

Come in molte altre parti del mondo anche in Thailandia viene consumato e apprezzato il pescato, sia fluviale sia marittimo, quindi possiamo trovare gamberi di pgni tipo e dimensione, granchi della sabbia o i granchi delle mangrovie, 3 tipologie di aragoste, vongole, cozze, capesante e ostriche. Molto consumati sono anche i calamari e le seppie, che vengono consumete fritte e accompagnare con varie salse, oppure essicate, le troviamo come base in varie zuppe, oppure come ingrediente di altri piatti tipici. Tra i pesci troviamo principalmente il pescegatto, anguilla, storione, spigola, sgombroe il dentice rosso (quest’ultimo si trova grigliato e sotto sale in molte bancherelle lungo Bangkok).

Molto consumata è anche la frutta, dal mango alla papaya (utilizzate per insalate più o meno piccanti o consumate semplici), il lime, il controverso durian, il frutto della passione, le banane che si trovano in varie tipologie e dimensioni, l’anguria dalla rossa alla gialla e per ultimo ma non meno importante il Maprao ossi il cocco, molto amato dai thailandesi, utilizzato ovunque sia la polpa sia il latte e o l’acqua di cocco.

Come verdura molto utilizzati sono i cetrioli, la cipolla, il fagiolo asparago, il taro, la zucca tonda verde, zucchine, molto apprezzate sono le foglie e i germogli degli spinaci acquatici chiamati in Thailandia thai morning glory.

Infine in Thailandia, si utilizzano molte spezie tra cui il coriandolo, la curcuma, cumino e cardamomo.

In Thailandia molto consumato è il curry che si trova nelle seguenti tipologie:

Curry rosso (tipico di Bankok, ricco di peperoncino) Il Kaeng Phet o curry rosso è uno dei più popolari piatti della cucina thailandese è saporito con lemongrass, curcuma fresca, galangal, pasta di gamberetti e peperoncino.

Curry verde a base di aneto e porro molto cremoso leggermente piccante e allungato con latte di cocco.
Curry Giallo è uno dei tre principali tipi di curry thailandese. Questo curry è più ricco e cremoso di altri curry thailandesi e generalmente meno piccante. Le spezie principali sono cumino, coriandolo, curcuma, fieno greco, aglio, sale, foglie di alloro, lemongrass, pepe di cayenna, zenzero e cannella.

Questi sono i principali ingredienti della cucina thai, nel prossimo articolo vi “parlerò” di alcuni piatti tipici.

Un abbraccio a tutti

Il vostro

Denis Zanirato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...