Kalasin


Ciao cari amici,

Oggi vi descrivo la città di Kalasin, una piccola città che ho potuto visitare ultimamente.

Kalasin è situata a nort-est della Thailandia, nella macro regione dell’Isan. Questa piccola città di quasi 40000 abitanti è il capoluogo dell’omonima provincia.

Il sigillo della provincia mostra uno stagno di fronte alle montagne Phu Phan che formano il confine della provincia. L’acqua nello stagno è nera, in quanto il nome Kalasin significa “acqua nera”. Le grandi nuvole e l’acqua simboleggiano la fertilità della provincia.

Il logo provinciale e punto di riferimento è il Phra That Yakhu, un chedi a forma ottagonale, fatto di mattoni.

Phra That Yakhu Phrathat Yai è il più grande Chedi (stupa o pagoda) in Fa Daet Song Yang (nome dell’antica città dove era presente, città poi distrutta in una guerra). È un Chedi ottagonale fatto di mattoni. Le prove dimostrano che la costruzione della struttura è continuata per molte centinaia di anni attraverso tre periodi storici thailandesi. Il piedistallo è quadrato con scale alle quattro direzioni della bussola ed è stato costruito durante il periodo di Dvaravati. Il piedistallo superiore è a forma ottagonale, è stato costruito sopra l’originale e ha sostenuto un vecchio Chedi del periodo Ayutthaya. Il corpo e la parte superiore sono stati creati nel periodo Rattanakosin.

Intorno al Chedi, ci sono pietre di confine con bassorilievi raffiguranti la vita del Buddha. La gente del posto crede che nel Chedi ci siano le ossa di un rispettato monaco anziano. Inoltre, si crede che quando il regno rivale, Mueang Chiang Som, vinse una battaglia locale, distrusse ogni cosa nella città antica di Fa Daet Yang , salvo Phra That Yakhu. Per questo motivo, i resti del Chedi sono ancora in perfette condizioni. Ogni maggio, si tiene un festival di razzi per chiedere benedizioni di fortuna e pace.

Il fiore provinciale è payorm o dolce shorea (Shorea roxburghii), e l’albero provinciale è sa-mae-san (Cassia garrettiana).

La musica popolare è il Pong Lang una musica folkloristica dell’Isan, pong lang è il nome di un tipico strumento che potete vedere nelle foto successive

Per saperne di più vi lascio anche un paio di link di youtube.

La seta di Phrae Wa è una dei prodotti tipici manufatturieri di Kalasin, con questa seta si producono gli abiti tradizionali Isan, come il pha phrae wa il tipico scialle usato dalle donne Isan.

La diga sul fiume Lam Pao:

Questa diga di terra sorge a 33 metri dall’acqua ed è lunga quasi 8 chilometri. La diga cavalca i fiumi Pao e Huai Yang, creando un doppio serbatoio. E ‘stato costruito per aiutare ad alleviare le inondazioni, per aiutare con l’irrigazione per l’industria agricola ed è anche usato per l’allevamento ittico. La spiaggia lungo il lago è un popolare luogo di relax per i locali.

Parlando di Kalasin non si può non parlare del Museo Siridhorn, questo museo è uno dei più grandi musei sui fossili del sud-est asiatico.

Situato vicino al sito di scavo si possono trovare numerosi fossili, tra dinosauri di varia specie e fossili marini, tra i quali vari esemplari autoctoni.

Phra Kru Vijitsahassakun, l’abate di Wat Sakawan, ha trovato fossili di dinosauri a Phu Kum Khao, nel distretto di Sahassakhan, nella provincia di Kalasin nel 1994. I ricercatori del Dipartimento dei Minerali hanno scavato i fossili più tardi lo stesso anno e hanno scoperto che Phu Kum Khao è il sito completo dei dinosauri erbivori in Thailandia.
Il progetto museale iniziò nel 1995 a causa della scoperta di fossili di dinosauri a Wat Sakkawan. I fossili scoperti sono una prova primaria per lo studio e la ricerca e possono essere usati come riferimenti di classe mondiale poiché presenta nuove specie e tipi.
Sua Altezza Reale la principessa Maha Chakri Sirindhorn ha presieduto la cerimonia di apertura del museo il 9 dicembre 1998. Da allora, il museo è stato il centro di ricerca e educazione paleontologica, luogo di conservazione dei fossili, museo permanente con luci e suoni, biblioteca e sala conferenze.

Il museo è strutturato in 8 zone espositive in base alla tipologia di argomento presentato, dall’origine della terra fino all’evoluzione dell’essere umano.

Emozionante sopratutto è il laboratorio di recupero dei fossili che è visibile al pubblico dietro una vetrata divisoria.

Come potete vedere dalle foto vi sono numerosi reperti, tra i quali spiccano i più famosi Tirannosauro Rex, Stegosauro, Gorgosauro, Triceratopo, Smilodonte, Pachirinosauro, Plessiosauro etc… e nuovi dinosauri scoperti in questo sito, che chiedo scusa i nomi non li ricordo, ma hanno utilizzato nomi locali (Isan per una specie ad esempio).

A seguito vi lascio un video da youtube che vi offre una panoramica generale di Kalasin con i vari posti da visitare, i monumenti principali, e i costumi tradizionali, spero vi piacia.

Infine un ringraziamento speciale a @SaranyaAinthison per il supporto, i dati e le nozioni fornite su Kalasin

5 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...